monoporzione al lampone per letsitart

Let’s it art e let’s eat art, dove IT e eat rappresentano un’omofonia cioè uno stesso suono ma significato diverso.
Infatti IT rispecchia il suono del verbo “mangiare” in inglese ma indica la mia nazionalità, cioè l’Italia di una ragazza, Federica Rink, che a soli 21 anni ha unito in un progetto cibo e arte.
Studentessa di di Business Economics a Milano nel 2020, in piena pandemia nel mese di marzo, ha deciso di combinare i due mondi per scoprire a far collaborare artisti e chef emergenti in LetsItArt.

monoporzione al lampone angela simonelli

Il format del progetto simbolo di passione, talento e intraprendenza è costituito da due diversi tipi di scenari:
– LetsITart contatta uno chef a cui propone una serie di quadri.
Lo chef seleziona il quadro che più gli piace e lo replica su un piatto.
– LetsITart contatta un artista a cui propone una serie di piatti.
L’artista seleziona il piatto che più gli piace e lo replica su una tela.

moporzione lamponi angela simonelli

Unendo le due competenze, chef e artista, nascono dei quadri che vengono promossi sui social e in seguito venduti sulla galleria digitale di LetITart, strutturata come se fosse il menu di un ristorante.
Comprando un quadro di LetsITart si diventa proprietari non solo di un’opera unica ma della rappresentazione di un piatto realizzata attraverso gli occhi di un artista.

monoporzione lampone angela simonelli

Quando ho scoperto LetsITart su instagram un pò per caso ho subito contattato Federica per poter partecipare anche io.
Voi che mi seguite sapete che molto spesso mi sono ispirata ad opere d’arte per i miei impiattamenti e quindi ho pensato di potermi cimentare in questa nuova sfida.
Federica mi ha girato le foto di due opere d’arte di un’artista donna, Izzi Weissgerber, ed io ho scelto un quadro fatto con pitture acriliche che si intitola “NEPAL”.

monoporzione lampone angela simonelli

L’artista sul suo sito scrive:
” Quando ti guardo, non ti guardo solo ma guardo attraverso te.
Vedo tutto di te: le tue speranze, le tue paure, i tuoi sogni, le tue insicurezze, la tua magia, le tue abilità, la tua bellezza, le tue ombre.
Ti vedo nella tua interezza.
Non hai scelta che di diventare il più vulnerabile che sei mai stato nella tua vita.
Questo è quando ti ricordo che non è la tua luce o la tua oscurità a definirti ma è il riconoscimento e l’accettazione di entrambi che ti dà la tua vera identità.
Il segreto è che questa vera identità è in realtà la fonte di tutta la tua forza, di tutto il tuo potere.
E’ da dove ha origine la tua magia.
Questo è quello che dipingo”.

monoporzione lampone angela simonelli

Quando ho visto per la prima volta “Nepal” ho immaginato che l’artista avesse rappresentato il deserto, con la terra arida, arsa dal sole e dalle temperature altissime.
La striscia color rosa intenso invece mi ha fatto pensare ai colori sgargianti che portano le donne sui copricapi e gli abiti.
La vita che si oppone alla morte, la gentilezza contro l’aridità di spirito, la speranza che riesce a farci trovare sempre delle nuove soluzioni anche quando sembra impossibile.

Unendo le due competenze, chef e artista, nascono dei quadri che vengono promossi sui social e in seguito venduti sulla galleria digitale di LetITart, strutturata come se fosse il menu di un ristorante. Comprando un quadro di LetsITart si diventa proprietari non solo di un’opera unica ma della rappresentazione di un piatto realizzata attraverso gli occhi di un artista.

E nello stesso istante mi è venuto in mente che avrei potuto abbinare a questa opera bellissima un dolce, una monoporzione dove un disco di cioccolato dorato mostrava l’interno morbido incastonato in un ring rosa intenso.
Perché ho voluto scavare la tela di quel quadro per trovare una nuova risorsa, qualcosa di nascosto che ancora doveva essere rivelato.
Morbido, dolce, bianco e dalle forme curve, in totale opposizione al resto dell’opera.
Sarei tanto curiosa di sapere che cosa ne penserà l’autrice e anche voi.
Ma adesso passiamo alla ricetta, fiocco ai grembiuli

Ingredienti per 6 persone con ring di 10 cm di diametro

Per la panna cotta ai lamponi:

2 g colla di pesce
125 g panna fresca
10 g zucchero semolato
50 g purea di lamponi

per la glassa lucida rosa intenso:

10 g colla di pesce
50 g acqua
30 g purea di lamponi
150 g zucchero semolato
30 g sciroppo di glucosio
100 g latte condensato
150 g cioccolato bianco
10 g succo di limone
colorante rosso in polvere

Per la base all’amaretto:

180 g amaretti
40 g burro

per la crema al mascarpone:

180 g mascarpone
150 g panna fresca
25 g zucchero a velo

Per la decorazione di cioccolato:

80 g cioccolato fondente
15 gocce d’acqua
foglia oro

monoporzione al lampone angela simonelli

Come si prepara questo dolce:

Per la glassa, da preparare almeno 12 ore prima, idratate la gelatina in acqua freddissima.
In un pentolino versate lo zucchero con il glucosio, la purea di lamponi e l’acqua e portate a 103°C.
Aggiungete il latte condensato, il succo di limone e la gelatina strizzata fuori fuoco.
Versate sopra il cioccolato sminuzzato e lavorate il tutto con il mixer ad immersione.
Lasciate raffreddare poi riponete in frigorifero con la pellicola a contatto.

monoporzione al lampone angela simonelli

Per la decorazione di cioccolato fondetelo sminuzzato nel microonde e portatelo a 45°C.
Aggiungete le gocce d’acqua e mescolate molto bene in modo da formare una sorta di ganache.
Rivestite il retro di una teglia con acetato e versate un cucchiaio di cioccolato sul tavolo.
Schiacciate e tirate velocemente su la teglia dalla parte dell’acetato in modo che il cioccolato si appiccichi e lasci delle lingue.
Lasciate raffreddare a testa in giù poi decorate con foglia oro inumidendo con pochissima acqua la superficie.

monoporzione al lampone angela simonelli

Per la panna cotta immergete la colla di pesce in acqua freddissima per idratarla poi strizzatela e scioglietela nella panna calda mescolata con lo zucchero.
Unite la purea di lamponi, mescolate e poi trasferite nei ring di silicone.
Passateli in abbattitore o freezer fino a completo surgelamento.
Scaldate la glassa nel microonde in modo che torni liquida, mixatela ancora e attendete che arrivi a 35°C.
Mettete i ring su una griglia e fate colare sopra la glassa.
Con una spatola a gomito staccate i ring dalla griglia e trasferiteli sopra la carta forno, strusciando il fondo per eliminare la glassa in eccesso.
Trasferiteli nel freezer nuovamente.

monoporzione al lampone angela simonelli

Per la base frantumate con un batticarne gli amaretti e sciogliete il burro.
Mescolate le briciole con il burro in modo da ottenere una sorta di frolla.
Mettete i ring sopra una teglia coperta da carta forno e al centro versate il composto.
Con il dorso di un cucchiaio appiattite in modo da creare uno strato di circa 1 cm di spessore.
Trasferite in frigo in modo che indurisca.

monoporzione al lampone angela simonelli

Per la crema montate panna, mascarpone e zucchero a velo con le fruste.
Trasferite la crema al mascarpone in un sac a poche con la bocchetta liscia di 8 mm di diametro.

monoporzione al lampone angela simonelli

Mettete il ring al lampone sopra il disco di amaretto e al centro formate degli spuntoni di crema al mascarpone.
Sovrapponete con la decorazione di cioccolato mostrando parte della crema all’interno.
Volendo potete decorare il piatto con lamponi spezzati e briciole di amaretto.

monoporzione al lampone angela simonelli

Lascia un commento